venerdì 26 marzo 2010

Rieccomi in italia

Bene, sono tornato. Purtroppo non intendo scrivere un resoconto del mio viaggio, sarebbe troppo personale (veramente) e troppo lungo (ho scritto circa 200 pagine di diario). Dico solo che non ho allenato il corpo in maniera specifica per circa 50 giorni e ne risente (vista anche una dieta poco calorica). Comunque ne esco decisamente arricchito, risoluto anche nel procedere con lo studio del parkour. E non è poco.
Sono molto contento di vedere che le cose si muovono un poco anche nella nostra vecchia e svogliata italia, eventi, iniziative.

Inoltre sono veramente orgoglioso di leggere questa news da sito di pkgen.. Questo è esattamente il tipo di gratificazione che dovrebbe far piacere a tutti noi che abbiamo abbracciato il parkour con una certa impostazione e un preciso metodo di allenamento. Anche i monaci del tempio di Shaolin a Londra riconoscono che il parkour è una disciplina, se portata avanti come abbiamo imparato a fare. In barba a chi lo crede un gioco e lo pratica con poca serietà, per poi sorprendersi se viene criticato.

Ora esco ad allenarmi, ho tanto da fare.

5 commenti:

Angy ha detto...

Bentornato gato =D ... grandi i monaci

Virgilio ha detto...

Ehi, Fed... aspettavo tue notizie da Bangkok.... mi immaginavo grandi casini e poi mi sono unito a loro ed ho scattato fotografie a tutti... Cmq, Bentornato a casa!!! Prossimamente ti invio le tue foto...

In bocca al lupo...

mo ha detto...

oooh bemtornato!

ghost ha detto...

bella gato!spero ci vedremo a maggio all'ecce!qui e' un'evoluzione continua...

tiamotiodio ha detto...

Bentornato!

-frog